Skip to content

Renicci: 1943

novembre 5, 2013

Ovvero: Internati anarchici: storie di vita dal Campo 97

Renicci è stata una vergogna tutta italiana, protrattasi oltre il 25 luglio. Questo volume, punto di arrivo di un percorso di studi e ricerche trentennale, si pone l’obiettivo di mantenere viva la memoria e l’identità di quel centinaio di connazionali, antifascisti non conformi e fuori ordinanza, che nell’agosto e settembre 1943 – sotto il regime militare di Badoglio – si trovarono, a fianco di migliaia di altri fratelli di etnia slava, anche loro reclusi nel famigerato campo d’internamento di Renicci d’Anghiari nella Valtiberina toscana. Lo studio si basa sulle biografie misconosciute, sorprendenti e “anomale” di 118 prigionieri e sulla storia di vita del comandante partigiano Beppone Livi. La complessiva vicenda fa anche emergere, nel ruolo di protagonisti negativi, servitori dello Stato – quali Marcello Guida (direttore di Ventotene che ritroveremo, nel 1969, a Milano) e Giuseppe Pistone (comandante di Renicci) – che sono espressione evidente di “continuità” nella transizione fascismo – democrazia.

renicci


Clicca qui
per leggere la prefazione di Claudio Silingardi e la postfazione di Andrea Merendelli

Annunci

From → Memoria storica

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: