Skip to content

Accade a Milano …

novembre 10, 2013

Invio foto Coordinamento Sanità presidio volantinaggio stamattina 9 novembre dalle 10.00 alle 11.00 davanti a Palazzo Marino, in solidarietà al triste avvenimento che ha coinvolto una Lavoratrice strattonata brutalmente nel Centro Multiservizi Anziani da uomini in divisa. Il Volantinaggio informativo sulla vicenda con la partecipazione di alcune sigle Sindacali si è svolto serenamente e i Cittadini che hanno ricevuto il volantino si sono dimostrati interessati e Indignati!!
Saluti, a. r. militante Coordinamento Sanità

Nuova immagine

Mentre si sprecano le iniziative a favore delle donne e contro il maschilismo imperante, proprio nel cuore dell’amministrazione comunale si è consumata mercoledì 23 ottobre 2013 una grave aggressione ai danni di un’educatrice dipendente di ruolo del comune di Palazzo Marino.
La “scena del crimine” è il Centro Multiservizi Anziani in via Anselmo da Baggio 54: 4 agenti della polizia locale, così si sono dichiarati, di cui due donne di guardia a bloccare l’ingresso, mentre due energumeni (uomini) piombano nell’ufficio dell’educatrice i quali, con l’intento di farle firmare un atto amministrativo, hanno sequestrato e tenuta in stato di fermo per circa un’ora la collega. Così mentre le altre dipendenti presenti, spaventate o compiacenti, si sono chiuse nei loro uffici senza intervenire, veniva consumata una grave violenza fisica e morale ai danni di una lavoratrice donna da parte di due esponenti della polizia municipale i quali hanno creduto bene di portare a termine la loro missione senza andare troppo per il sottile.
In verità questa lavoratrice, nel ruolo di educatrice in servizio presso il Laboratorio Occupazionale per anziani del presidio, svolgeva il proprio lavoro di animazione e rieducazione e di iniziativa verso gli anziani che frequentavano il Centro con professionalità e devozione.
Quella mattina in particolare un rappresentante sindacale dello Slai Cobas aveva avuto una discussione pacata con la Dirigente la quale dichiarava che ormai non era più compito suo la gestione amministrativa della dipendente; Questo presupponeva che la lavoratrice continuasse a svolgere il proprio lavoro nell’ufficio fino a discussione avvenuta con i dirigenti di largo Treves. Invece? Appena dopo lasciato il Centro da parte del rappresentante sindacale dello Slai Cobas si presentano nel suo ufficio gli agenti senza fornire alcuna spiegazioni, trattano la nostra collega come una criminale strattonandola, minacciandola verbalmente e passando alle vie di fatto con gomitate e spintoni.
E’ evidente che i traumi sono stati certificati dal pronto soccorso dove si è subito recata per le cure del caso, come sarà pacifico presentare regolare denuncia nei confronti degli agenti che hanno agito in tale modo, ma cosa più grave è che proprio ad opera di dirigenti del comune di Milano, altri non possono essere stati a disporre l’intervento degli agenti di polizia, che, mentre si presentano nella loro veste migliore in difesa delle donne, agiscono mandando 4 agenti contro una dipendente mobbizzata da più di un anno e provata da continui attacchi e minacce, alla stregua di squadristi di vecchia e bruttissima memoria.
Urge a questo punto un intervento serio e risoluto dei dirigenti di largo Treves e dell’assessore Pierfrancesco Majorino nonché del sindaco Giuliano Pisapia per:

• accertare le responsabilità di questa aggressione;
• sospendere il trasferimento della collega;
• far ritornare la normalità e il quieto vivere nel centro per tutte le operatrici e per gli anziani assistiti.
• Con la proposta ai compagni del movimento e del sindacalismo di base, a tutte le lavoratrici e i lavoratori, di mobilitarsi su questa brutta vicenda, oltre a tutte le iniziative legali che saranno avviate in ogni caso, affinché non succedano più episodi di questo tipo e che nessun dirigente possa giocare con la vita delle persone e delle donne.

SLAI COBAS MILANO

Annunci

From → anarcomedia

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: