Skip to content

Riforma Fornero: se bastasse una firma per cancellarla …

gennaio 6, 2014

In quanto militanti dell’Unione Sindacale Italiana non nutriamo alcuna fiducia nelle istituzioni e nelle petizioni popolari che delegano ai professionisti della politica (o del sindacato) il compito di risolvere il problema in oggetto: facendo strame del progetto iniziale.

In quanto fautori dell’azione diretta – solidale, mutualistica ed autogestita dal basso dai lavoratori stessi – riteniamo che tale strategia sia illusoria e perdente.

Illusoria perché si illudono i lavoratori facendo perder loro tempo prezioso che potrebbe essere utilizzato più proficuamente per mettere in campo iniziative ben più pregnanti e realmente incisive sul territorio.

Perdente perché ogni qual volta il “popolo sovrano” ha delegato ai professionisti delle “larghe intese” e dei “grandi imbrogli” il compito di legiferare su questioni dirimenti è stato – sempre –gabbato.

fornero

Nonostante questa premessa abbiamo deciso ugualmente di incoraggiare l’iniziativa promossa da “oltre 150 RSU contro la riforma Fornero” in quanto – in un clima di, sostanziale, “disarmo” sociale – ci sembra l’unica iniziativa finalizzata alla realizzazione di una opposizione sociale omogenea e – come si sarebbe detto un tempo – di classe.

Senza, però, farci eccessive illusioni sulla reale presa di coscienza che una simile iniziativa possa stimolare. Nella piena consapevolezza che l’emancipazione sociale dalla schiavitù del lavoro salariato può avvenire solo ad opera dei lavoratori stessi i cui interessi sono, specularmente, opposti a quelli dell’impresa e del capitale al quale si strizza l’occhio (nel documento) invocando “maggiore produttività” che – secondo gli estensori del documento – sarebbe “a rischio” con la piena operatività della riforma Fornero: una finalità – quest’ultima – dalla quale ci dissociamo poiché lontana anni luce dalla prospettiva della eliminazione – su scala globale – dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

Un obiettivo che nessuna petizione al mondo potrà mai perseguire dal momento che i padroni non “caleranno mai le braghe” per paura di una … firma apposta in calce ad un documento.

Per quanto “rivoluzionario” esso sia.

UNIONE SINDACALE ITALIANA – AIT Puglia

Per adesioni, informazioni e richiesta moduli indirizzare ai seguenti recapiti:
E mail: rsucontrofornero@libero.it– T. 3357632219
Pagina facebook : RSU CONTRO RIFORMA FORNERO

Le firme raccolte vanno inviate con posta elettornica, previo “scanner” all’indirizzo rsucontrofornero@libero.it, o spedite per posta ordinaria all’indirizzo seguente:
RSU CGT-Spa all’att.ne di Saverio Guipponi – Strada provinciale 121, Carugate 20061 Milano.

chiediamo di contribuire a diffondere a quante più persone e soggetti interessati di vostra conoscenza l’iniziativa RSU CONTRO RIFORMA PENSIONI FORNERO VEDI ANCHE OMONIMA PAGINA FACEBOOK

Annunci

From → anarcosindalismo

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: