Skip to content

Bari: la (ex) caserma Rossani è libera!

febbraio 2, 2014

Il 14 gennaio la città di Bari è stata privata di Villa Roth Occupata. Un luogo libero che è stato casa, orto sociale, libreria, cinema, punto di riferimento per il quartiere e di aggregazione giovanile, uno spazio di musica, teatro e arte indipendente.

roth

Il 14 gennaio è stato “murato vivo” uno spazio sociale autorganizzato motivando come sempre il gesto col “bisogno di rispettare la legge“, ignorando così le motivazioni sociali condivise che controbattono contro uno Stato sempre più sordo e repressivo che si difende a colpi di sentenze.

Dal giorno dello sgombero è stato evidente che la “questione Villa Roth” non riguardava più soltanto i suoi abitanti, e neanche il suo collettivo, ma coinvolgeva una fetta enorme della città e il suo bisogno di spazi sociali e culturali autogestiti. Lo sgombero coinvolgeva quelle persone che hanno vissuto la Villa nei due anni di occupazione e dal 14 a oggi si sono riversate nelle strade, nelle scuole, nell’università, fino al corteo di oggi pomeriggio, che da più di due settimane hanno compreso che oggi è il momento di prendere posizione, di esporsi, e si stanno dedicando anima e corpo a questa battaglia.

Dal 14 gennaio a Bari ha preso forma un Movimento. E oggi quel movimento sceglie di rispondere alla sottrazione di uno spazio sociale riappropriandosi di uno nuovo, e non di uno qualunque: la Caserma Rossani liberata.Spergiuri elettorali, finanziamenti scomparsi, promesse mai mantenute: la Caserma Rossani è simbolo dell’abbandono e del degrado, del profitto che si antepone al benessere comune. Oggi ribaltiamo i piani: abbiamo scelto di liberare uno spazio “sequestrato”, chiuso, abbandonato dalle istituzioni, perchè è questa sottrazione violenta la vera azione criminale. Abbiamo deciso di restituirlo alla città, alle nostre idee, alle nostre energie, alle nostre intelligenze e ai nostri corpi, di dargli la vita e la forma di una città che non resta immobile davanti all’ingiustizia. Dove prima c’era l’esercito, simbolo di gerarchia, repressione e guerra, da oggi ci saranno assemblee, iniziative culturali e condivisione sociale: la Caserma Rossani è liberata!

roth1

I BISOGNI NON SI SEQUESTRANO – CASERMA LIBERATA OGGI 2 FEBBRAIO ORE 17.00 ASSEMBLEA CITTADINA ALLA CASERMA LIBERATA! Ingresso da via Benedetto Croce.

Annunci

From → Azione diretta

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: