Skip to content

Verrà giorno in cui il nostro silenzio sarà più potente delle voci che ora strozzate

maggio 3, 2014

ERRICO MALATESTA.
IL MARTIRIO DI CHICAGO. 11 NOVEMBRE 1887
Verrà giorno in cui il nostro silenzio sarà più potente delle voci che ora strozzate
(Parole pronunziate sul patibolo da Augusto Spies)

malatesta

Nella primavera del 1886 gli operai di Chicago si agitavano per ottenere la riduzione della giornata di lavoro a otto ore. Scioperi, comizj, dimostrazioni, si seguivano e si moltiplicavano.
Ma la borghesia aveva paura, e nessuno è così feroce come i vigliacchi: essa voleva arrestare il movimento operajo che aveva preso uno slancio magnifico, e l’occasione si presentava propizia. Essa compro magistrati, giurati, testimoni e volle ottenere la condanna di coloro che essa considerava come capi del movimento, perché ne erano i campioni più fervidi ed intelligenti.
Augusto Spies, Alberto R.Parson(s), Luigi Lingg, Michele Schwab’ Samuele Fielden’, Giorgio Engel e Adolfo Fischer furono condannati a morte; Oscar Neebe, per il quale il pubblico ministero aveva ritirato l’accusa, fu condannato a 15 anni di lavori forzati.
L’11 novembre 1887 Larson(s), Fischer, Engel e Spies furono impiccati. Lingg si era suicidato – o era stato suicidato – in prigione. Fielden e Schwab avevano avuto commutata la pena, ed andarono al bagno insieme a Neebe.

Sei anni dopo, nel giugno 1893, si trovò ( caso singolare) un governatore, Altged dell’Illinois, il quale riconobbe tutta l’infamia del processo, la dimostrò in un memorabile messaggio e, esercitando il diritto che gli dava la legge degli Stati Uniti, rilasciò in libertà assoluta i tre galeotti.

Annunci

From → anarcosindalismo

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: