Skip to content

Il Controllo Sindacale sulle aziende

settembre 16, 2014

Mentre in tutta Italia il movimento di occupazione delle fabbriche cresce e coinvolge settori economici sempre più vasti l’Onorevole del PSI nonché esponente di spicco della Confederazione Generale del Lavoro (CGdL) Giuseppe Bianchi pubblica (il 17 settembre 1920) sull’Avanti un articolo nel quale – “appellandosi alla dialettica marxista rivoluzionaria che i suoi avversari (ovvero l’USI) non hanno” invita i lavoratori a …. smobilitare.
Al “compagno” Bianchi risponde – con un editoriale intitolato “Il Controllo sindacale sulle aziendeErrico Malatesta.

Questa è la prima pagina di Umanità Nova del 19 settembre 1920 contenente la risposta di Malatesta al PSi e alla CGdL.

un 20 sett. 001

Nel medesimo numero e sempre in prima pagina compare il seguente comunicato dell’Unione Sindacale italiana.

Le fasi dell’agitazione metallurgica e l’Unione Sindacale Italiana

L’Unione Sindacale Italiana (Comitato d’Agitazione e Comitato esec. Riuniti per esaminare la situazione nella fase odierna dell’agitazione siderurgica) ha votato il seguente ordine del giorno:
L’U.S.I. dichiara ai lavoratori che giudica perfettamente logico e ragionevole che l’On. Giolitti abbia voluto discutere la questione del controllo della fabbrica coi soli rappresentanti della Confederazione Generale del Lavoro considerando tale questione di natura perfettamente riformista e collaborazionista nella quale l’U.S.I. si pone su di un terreno assolutamente negativo; delibera di denunciare alla massa operaia la manovra confederalista e governativa di far sboccare un meraviglioso movimento rivoluzionario in una soluzione collaborazionista che dovrà paralizzare per l’avvenire gli sforzi delle avanguardie operaie tendenti alle soluzioni massime della emancipazione anticapitalista; delibera però di comunicare alla Associazione Industriale che ogni soluzione che riguarda il memoriale non può impegnare le maestranze aderenti all’U.S.I. all’infuori delle trattative le quali devono svolgersi dalla base direttamente, coi delegati dell’Unione Sindacale italiana, senza di che la stessa organizzazione si riterrà libera della propria azione nei modi, nel tempo e nelle forme che giudicherà opportuni.

Annunci

From → Memoria storica

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: