Skip to content

Comunicato Torre Libertaria

gennaio 19, 2015

Oggi, lunedì 19 gennaio, l’assemblea che ha animato la Torre Libertaria ritiene concluso il percorso all’interno della Torre stessa.

torre

Ricordiamo che il primo novembre abbiamo liberato la Torre dall’abbandono: porta aperta, vetri rotti, immondizia, degrado. La Torre è stata pulita e finalmente visitata da centinaia e centinaia di parmigiani. Nella Torre si sono effettuate tantissime iniziative pubbliche molto riuscite (conferenze, assemblee, mostre), progetti (sportello di lotta sindacale, mercatino del baratto, info-point), etc.

Il Comune da subito ha rifiutato ogni contatto con noi adducendo che eravamo “illegali”: noi al contrario più volte abbiamo rimarcato che siamo stati costretti ad occupare a causa delle lungaggini burocratiche (due anni solo per stilare un regolamento per la concessione di spazi pubblici a cui abbiamo diritto; svariati anni per avere…nessuna risposta concreta) e che per noi lasciare un posto magnifico come la Torre al degrado era incredibile Abbiamo cercato la strada del dialogo ma finora il Comune non ci ha mai risposto. Vista la situazione abbiamo deciso di lasciare l’immobile perché non vogliamo esporre al rischio di uno sgombero –che ci è stato annunciato a breve- un bene che è stato apprezzato dai cittadini e che per noi è prezioso, un po’ meno per il Comune, visto che a tutt’oggi non ha accennato a nessun progetto per il suo utilizzo. Ricordiamo anche che non abbiamo mai scavalcato alcun gruppo o associazione, avendo col Comune di Parma un accordo in essere fin dal 1998 e avendo noi il diritto per legge a riottenere parte di quel patrimonio storico che il fascismo ci tolse nel 1924. Tacciano i benpensanti o i fascisti del 2° millennio: per noi l’antifascismo è valore ancora attuale.

torre1

Contemporaneamente non vogliamo correre il rischio di essere strumentalizzati: infatti con possiamo ignorare la campagna mediatica alimentata dalla curia –detentrice di un patrimonio immobiliare enorme e vergognoso- con l’avallo di alcune forze politiche, che si sta imbastendo contro gli spazi occupati in genere e la concessione di luoghi abbandonati a Rete diritti in Casa e Sovescio, a cui va tutta la nostra solidarietà.

Da oggi attendiamo che l’Amministrazione Comunale sia coerente con quanto vantato in campagna elettorale, con quanto affermato in questi mesi e con quanto il suo compito le imporrebbe: aprire immediatamente un confronto.

In base a questo vedremo in futuro come comportarci.

Unione Sindacale Italiana- Parma

Ateneo Libertario

Archivio/biblioteca sociale G.Furlotti

Annunci

From → Azione diretta

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: