Skip to content

Livorno: 18 febbraio 2017

febbraio 20, 2017

Questo sabato, in una bella giornata di sole e con una leggera brezza che profumava di salmastro, si è tenuta a Livorno la manifestazione promossa da USB, ASIA (il sindacato degli inquilini), UNICOBAS e Centri sociali della città labronica. Incentrata contro le politiche economiche del governo Gentiloni..

livorno-18-2-2017-4

Erano anche presenti diversi compagni delle sezioni USI-AIT di Livorno, Firenze Nord e Lucca. Livorno è una città letteralmente in ginocchio. Le fabbriche chiudono una dopo l’altra e non a caso a Livorno appunto e a Piombino sono localizzate due delle aree di crisi tra le ottantacinque che il governo riconosce come tali.

Inoltre ben duecento famiglie vivono in appartamenti occupati o in situazioni di precarietà, stipati magari a famiglie intere in una sola stanza. Un corteo di circa duecento, tra compagne e compagni, a voler essere modesti, con tanto di sound system che lo precedeva di pochi metri, è sfilato per le vie del centro della città, affollate per il consueto ‘struscio‘ del sabato pomeriggio.

livorno-18-2-2017-3

Nutrita, oltre la metà dei presenti, la rappresentanza libertaria. Viste tra le tante bandiere anche una bandiera viola e nera e, assolutamente incongrua, una bandiera di Rifondazione Comunista. Durante tutto il percorso, si sono alternati interventi di compagne e di compagni. Tra gli altri ha parlato anche Monica, la compagna che è stata licenziata dal Cottolengo di Pisa. Monica ha parlato di diritti e di come questo sistema mira, non soltanto a toglierti i diritti acquisiti in tanti anni, ma vuole addirittura toglierti la dignità e l’umanità.

Lo spezzone USI-AIT, una ventina di compagni e di compagne, si è posizionato dietro lo striscione già affisso davanti al Cottolengo di Pisa e che porta la scritta ‘Un’offesa fatta ad una è un’offesa fatta a tutte‘. La manifestazione si è sciolta alle sei del pomeriggio.

livorno-18-2-2017-2

Domani mattina, alcuni compagni saranno all’aeroporto di Pisa, per una manifestazioine contro i licenziamenti di diversi lavoratori.

Lorenzo Micheli

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: